Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Download flash player

    PianetaGiovani.TV - Web TV - Ciclismo Giovanile
     
    2015-05-30 - EMILIA ROMAGNA - LUGO - CASTEL DEL RIO (RA)
    20 GIRO CICLISTICO DELLE PESCHE NETTARINE DI ROMAGNA IGP SECONDA TAPPA di Km. 134 alla media di 37,670 Km/h



ELITE_UNDER23

Visualizzazioni: 310
    2015-05-30 - EMILIA ROMAGNA - LUGO - CASTEL DEL RIO (RA)
    20 GIRO CICLISTICO DELLE PESCHE NETTARINE DI ROMAGNA IGP SECONDA TAPPA di Km. 134 alla media di 37,670 Km/h

    Andrea Garosio vince in solitaria la seconda tappa del Pesche Nettarine ed ipoteca il successo finale

    Andrea Garosio (Team Colpack) si e' aggiudicato la tappa regina della corsa a tappe romagnola per ciclisti Under 23, organizzata dalla Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri. Il 22enne bresciano ha indossato la maglia verde Alegra di leader della classifica generale, mettendo una seria ipoteca sul successo finale in classifica.

    C'e' la seria ipoteca di Andrea Garosio (Team Colpack) sul 20 Giro ciclistico Pesca e Nettarina di Romagna Igp, organizzato dalla Nuova Ciclistica Placci 2013 guidata da Marco Selleri.
    Il 22enne diretto dall'ammiraglia da Antonio Bevilacqua e' stato autore di una pregevole azione solitaria negli ultimi 10 km della tappa regina della corsa, da Lugo a Castel del Rio superando i 4 GPM di Cima Prugno e Cima Bordona (3 volte), oltre a via Osta e al suggestivo Ponte Alidosi a un km dal traguardo.
    "Non ci credo ancora - ha detto Garosio dal palco delle premiazioni -, gli ultimi 2 km erano durissimi e ho avuto i crampi, ma ho tenuto duro conservando pochi secondi di vantaggio su Rota che mi hanno consentito di godermi gli ultimi metri di questa bella tappa".
    Per il bresciano di Cologne (Bs), nato il 12 giugno 1993, si tratta del primo successo stagionale, dopo aver colto un quarto posto a Botticino (Bs) e un quinto posto, meno di due settimane fa, alla Coppa Varignana organizzata a poche decine di chilometri di distanza dalla sede di arrivo dalla societa' Dalfiume di Osteria Grande.

    CRONACA - Ritrovo di partenza al Consorzio Agrario di Ravenna a Lugo per i 173 corridori al via della seconda tappa del Giro, Lugo-Castel del Rio di 134 km (Gran premio Consorzio Agrario di Ravenna - Trofeo Citta' di Castel del Rio). A salutare i corridori al via si nota anche il professionista Filippo Pozzato, in bici con la casacca della Lampre.
    Dopo i primi 40 km con gruppo compatto, la gara si anima al km 40, salendo verso Casola Valsenio, quando allungano James Owen (Zappi's Racing), Enrico Logica (General Store Bottoli Zardini), Mattia Bais e Riccardo Ghezzo (Cyberteam Breganze), Alex Bondavalli (Selle Italia Cieffe), Jhon Alejandro Alvarez (Cingolani Senigallia), Jose Tito Hernandez (GM Cycling Team) e Jalel Duranti (Overall Cycling Team).
    Il tentativo si esaurisce dopo aver superato la salita del Prugno, primo GPM di giornata e "cima Coppi" del Giro con i suoi 538 metri di altitudine. Si entra poi nel circuito di 27 km che comprende la scalata della Cima Bordona da via Gesso, da ripetersi per tre volte, e in salita (km 56) vanno all'attacco in 15.
    I fuggitivi sono Lorenzo Rota (Unieuro Wilier Trevigiani), Aleksandr Vlasov e Alberto Amici (Viris Maserati), Luca Raggio e Nicolo' Lavazza (Overall Cycling Team), Enrico Anselmi e Francesco Lorenzini (Ciclistica Malmantile), Andrea Garosio e Umberto Orsini (Team Colpack), Daniel Pearson (Zalf Euromobil Desiree Fior), James Knox (Zappi's Racing), Matteo Natali (Mastromarco), Manuel Ciucci (Maltinti), Jose Tito Hernandez (GM Cycling Team), Szymon Rekita (Altopack Titano).
    L'azione dei quindici battistrada va avanti per i primi due giri del circuito, mentre alla terza scalata della Cima Bordona si rimescolano le carte in tavola: alcuni dei fuggitivi perdono contatto, mentre dal gruppo rientrano alcuni dei corridori piu' attesi, tra cui Giulio Ciccone (Team Colpack) e lo spagnolo Julen Amezoueta (Baque-Campos).
    A 10 km dall'arrivo tenta l'azione solitaria Andrea Garosio (Team Colpack), che transita al 4 GPM di giornata con 16" di vantaggio su Daniel Pearson (Zalf) e Lorenzo Rota (Unieuro), mentre a una trentina di secondi si forma un gruppo di una trentina di unita'.
    Garosio si presenta da vincitore sul traguardo di Castel del Rio dopo aver affrontato da solo gli ultimi impegnativi km, superando via Osta e il suggestivo Ponte Alidosi, caratteristico per la sua struttura a schiena d'asino e proclamato monumento nazionale dal 1897. Alle sue spalle Lorenzo Rota (Unieuro) stacca Daniel Pearson (Zalf) andando a conquistare la seconda piazza proprio davanti all'inglese
    ORDINE DI ARRIVO:
    1° GAROSIO ANDREA  (TEAM COLPACK)
    2° ROTA LORENZO  (UNIEURO WILIER TREVIGIANI) a 6"
    3° PEARSON DANIEL  (ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR) a 44"
    4° MONTAGNOLI ANDREA  (A.S.D.CICLISTICA MALMANTILE) a 45"
    5° NATALI MATTEO  (MASTROMARCO CHIANTI SENSI CIPROS)
    6° BASSO LEONARDO  (SELLE ITALIA-CIEFFE-URSUS) a 52"
    7° MOSCA JACOPO  (L.MASERATI-VIRIS-SISAL MATCHPOINT)
    8° AMEZOUETA MORENO JULIEN  (BAQUE-CAMPOS CYCLING )
    9° VELASCO SIMONE  (ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR) a 1'03"
    10° CICCONE GIULIO  (TEAM COLPACK) a 1'05"

    ALLEGATO: L'ordine di arrivo completo
    ALLEGATO: La Classifica Generale
    ALLEGATO: La Classifica a Punti
    ALLEGATO: La Classifica dei Giovani
    ALLEGATO: La Classifica del GPM
    ALLEGATO: La Classifica a Squadre


    Massimo Marani